Category Archives: Bareggio

Avanzo di Bilancio: due milioni di euro da spendere. Ma il tempo stringe…

Nella Commissione comunale finanze di lunedì 19 novembre è emerso che, per effetto di due recenti sentenze della Corte costituzionale e di una circolare della Ragioneria Generale dello Stato del 3 ottobre, i Comuni possono utilizzare liberamente l’avanzo di bilancio, in altre parole i risparmi che un Comune ha messo forzatamente da parte per i precedenti vincoli imposti dal Governo.

La condizione è che vengano impiegati per finanziare investimenti.

Finalmente dopo 20 anni di sostanziale divieto sull’uso dell’avanzo, per garantire i debiti dello Stato nei confronti dell’Europa, i giudici delle leggi hanno corretto “il peccato”.

Per il Comune di Bareggio applicare questa regola significa avere a disposizione più di 2 milioni di euro sulla spesa per investimenti, cioè sulle spese per manutenzioni straordinarie, acquisto arredi, impianti, autovetture e dotazioni informatiche, tuttavia occorre impegnarli entro la fine dell’anno. E’ cioè necessario bandire le gare per gli interventi e gli acquisti entro il 31 dicembre.

Più risorse comunali in bilancio per i parchi!

«Il contributo di 25.000€ che il nostro Comune ha iniziato a ricevere dalla Regione per realizzare un’area giochi nel Parco del Vecchio Ciliegio a beneficio dei bambini disabili è certamente una notizia positiva – commenta il Consigliere Comunale della Lista Civica Bareggio 2013, Monica Gibillini – anche perché permette di avere a disposizione risorse per l’acquisto dell’arredo urbano e delle attrezzature ludiche per altri parchi comunali.

Il Consiglio Comunale con la variazione di bilancio di settembre ha infatti previsto  43.500€ per questi acquisti. L’intenzione della Giunta Colombo era quella di realizzare l’area giochi per disabili, anche qualora non fosse intervenuto il contributo regionale.

Ora che il contributo regionale è arrivato ci sono almeno 18.500€ che possono essere impiegati per altri parchi urbani. Auspico proprio che le risorse già stanziate sul capitolo dedicato all’arredo urbano e alle attrezzature per i parchi comunali non vengano decurtate per consentire anzitutto di sostituire i giochi rotti presso il vicino Parco 4 Elle e al Parco Ghandi.

Nuove farmacie in paese: il comune deve decidere!

A Bareggio, in base alle normative regionali, dovrebbero esserci 5 farmacie ma quelle attualmente aperte sono solo 3: mancano all’appello una quarta farmacia comunale, per la quale la Giunta Restelli ha esercitato la prelazione nel 2007 ed una farmacia privata.

La farmacia comunale dovrebbe essere collocata a nord della ex Statale 11 compresa nella zona tra via Monte Nero, Ortigara a nord, a ovest fino al confine comunale e a est fino alla via Montegrappa e San Sebastiano (zona 4).

L’ultimo tentativo concreto per realizzare la farmacia comunale è del 2011 durante la Legislatura Gibillini, quando venne individuato il poliambulatorio di S. Martino come sede per la farmacia – unica proprietà comunale nella zona e avendo il Comune il divieto di aumentare le spese per gli affitti – ma poi ci fu un ripensamento del Consiglio Comunale.

Da allora più nulla si è saputo.

A settembre 2017 la Giunta Lonati ha respinto la richiesta dell’assegnataria della quinta farmacia di spostare il perimetro della zona in cui collocarla da via Montenero a via Redipuglia impedendo l’apertura della farmacia che nel frattempo è decaduta dall’assegnazione.

Nuova scuola di San Martino e biblioteca cancellate dal programma di governo del Sindaco Colombo

Il programma elettorale del Sindaco Colombo è diventato direttiva da seguire per gli uffici comunali. Nel Consiglio Comunale di lunedì 10 settembre si è discusso dei programmi e progetti per il governo di Bareggio e San Martino fino al 2023. Dalla disamina dei documenti in discussione abbiamo rilevato l’assenza di diversi interventi rispetto al programma elettorale del Sindaco, alcuni significativi altri di minor rilievo.

I progetti più importanti che mancano sono:

  • la nuova scuola elementare e media di San Martino;
  • la ricollocazione della biblioteca in spazi più adeguati sfruttando l’opportunità di riqualifica delle aree dismesse come la ex Cartiera, posizionata in centro paese;
  • i nuovi progetti di housing sociale per i padri separati;
  • la rivisitazione degli orari dei servizi comunali per renderli più agevoli;
  • la verifica della situazione in cui versa il sistema fognario.