Category Archives: Bareggio

Primo bilancio della giunta Colombo senza dialogo e ascolto con cittadini ed associazioni: dimenticanza o volontà?

«Martedì 18 dicembre, soltanto dopo la mia segnalazione al Segretario Comunale – commenta il Consigliere comunale della Lista Civica Bareggio 2013, Monica Gibillini – sul mancato coinvolgimento di consulte cittadine e associazioni nel percorso di approvazione del bilancio 2019, seppur previsto dallo Statuto Comunale, nel pomeriggio è scaturito l’invito del Sindaco per un incontro il giorno successivo (19 dicembre), alle ore 12. Una modalità goffa, discutibile e tardiva per riparare ad una grave dimenticanza!!!

Un altro “scivolone” della Giunta Colombo, dopo quello sulle luminarie!

Il dialogo e l’ascolto sono tra le parole che il Sindaco Colombo ha pronunciato nel suo discorso d’insediamento, ma che per il primo bilancio della nuova Legislatura sono rimaste, purtroppo, solo sulla carta.

Il mancato confronto con cittadini ed associazioni su un provvedimento importante con cui si decidono le tasse e le tariffe a carico dei bareggesi, nonché come le spese da sostenere nel 2019 con le conseguenti entrate, per un totale di oltre 13 milioni di euro è piuttosto grave!

Fin dalla Commissione comunale sul bilancio del 26 novembre scorso ho chiesto quando si sarebbe svolto il confronto pubblico, obbligatorio per Statuto, e l’Assessore alle Politiche Finanziarie, Nico Beltramello, aveva assicurato che si stavano coordinando con il Segretario comunale per fare un’informazione più puntuale del solito manifesto.

Avanzo di Bilancio: due milioni di euro da spendere. Ma il tempo stringe…

Nella Commissione comunale finanze di lunedì 19 novembre è emerso che, per effetto di due recenti sentenze della Corte costituzionale e di una circolare della Ragioneria Generale dello Stato del 3 ottobre, i Comuni possono utilizzare liberamente l’avanzo di bilancio, in altre parole i risparmi che un Comune ha messo forzatamente da parte per i precedenti vincoli imposti dal Governo.

La condizione è che vengano impiegati per finanziare investimenti.

Finalmente dopo 20 anni di sostanziale divieto sull’uso dell’avanzo, per garantire i debiti dello Stato nei confronti dell’Europa, i giudici delle leggi hanno corretto “il peccato”.

Per il Comune di Bareggio applicare questa regola significa avere a disposizione più di 2 milioni di euro sulla spesa per investimenti, cioè sulle spese per manutenzioni straordinarie, acquisto arredi, impianti, autovetture e dotazioni informatiche, tuttavia occorre impegnarli entro la fine dell’anno. E’ cioè necessario bandire le gare per gli interventi e gli acquisti entro il 31 dicembre.

Più risorse comunali in bilancio per i parchi!

«Il contributo di 25.000€ che il nostro Comune ha iniziato a ricevere dalla Regione per realizzare un’area giochi nel Parco del Vecchio Ciliegio a beneficio dei bambini disabili è certamente una notizia positiva – commenta il Consigliere Comunale della Lista Civica Bareggio 2013, Monica Gibillini – anche perché permette di avere a disposizione risorse per l’acquisto dell’arredo urbano e delle attrezzature ludiche per altri parchi comunali.

Il Consiglio Comunale con la variazione di bilancio di settembre ha infatti previsto  43.500€ per questi acquisti. L’intenzione della Giunta Colombo era quella di realizzare l’area giochi per disabili, anche qualora non fosse intervenuto il contributo regionale.

Ora che il contributo regionale è arrivato ci sono almeno 18.500€ che possono essere impiegati per altri parchi urbani. Auspico proprio che le risorse già stanziate sul capitolo dedicato all’arredo urbano e alle attrezzature per i parchi comunali non vengano decurtate per consentire anzitutto di sostituire i giochi rotti presso il vicino Parco 4 Elle e al Parco Ghandi.

Nuove farmacie in paese: il comune deve decidere!

A Bareggio, in base alle normative regionali, dovrebbero esserci 5 farmacie ma quelle attualmente aperte sono solo 3: mancano all’appello una quarta farmacia comunale, per la quale la Giunta Restelli ha esercitato la prelazione nel 2007 ed una farmacia privata.

La farmacia comunale dovrebbe essere collocata a nord della ex Statale 11 compresa nella zona tra via Monte Nero, Ortigara a nord, a ovest fino al confine comunale e a est fino alla via Montegrappa e San Sebastiano (zona 4).

L’ultimo tentativo concreto per realizzare la farmacia comunale è del 2011 durante la Legislatura Gibillini, quando venne individuato il poliambulatorio di S. Martino come sede per la farmacia – unica proprietà comunale nella zona e avendo il Comune il divieto di aumentare le spese per gli affitti – ma poi ci fu un ripensamento del Consiglio Comunale.

Da allora più nulla si è saputo.

A settembre 2017 la Giunta Lonati ha respinto la richiesta dell’assegnataria della quinta farmacia di spostare il perimetro della zona in cui collocarla da via Montenero a via Redipuglia impedendo l’apertura della farmacia che nel frattempo è decaduta dall’assegnazione.