Tag Archives: Bareggio

Recupero aree dismesse (ex Alma ed ex Sapla): cosa ne pensano i cittadini?

Nella risposta che il Sindaco Colombo ha reso all’interrogazione del Consigliere comunale della Lista Civica Bareggio 2013, Monica Gibillini, emerge che la Giunta ha già reso parere favorevole alla proprietà dell’area ex Alma per un cambio d’uso principalmente residenziale, con la richiesta di valutare un inserimento commerciale al piano terra su via Giovanni XXIII e il nuovo Comando della Polizia Locale.

«Viene da chiedersi – commenta Max Ravelli, della Lista Civica Bareggio 2013 – in base a cosa ha deciso la Giunta tenuto conto che con il suo programma elettorale il Sindaco Colombo si è impegnata a recuperare le aree dismesse anche al fine di creare nuove opportunità di sviluppo economico sociale, prestando la massima attenzione ai progetti relativi a ex Cartiera, ex Alma e ex Sapla.

Un impegno che non sembra proprio corrispondente a un mero recupero a fini residenziali delle aree, che sa di scelta da “vecchia politica” piuttosto lontana dal rivitalizzare il paese».

Tuttavia, la possibilità concessa dalla Giunta di presentare nuove osservazioni/suggerimenti, sulla variante generale di PGT, entro il 10 maggio, rispetto a quelle già presentate a inizio 2018, è un’occasione per conoscere cosa pensano i cittadini non solo sull’area ex Alma ma anche sull’ex Sapla sulla quale la proprietà sembra aver di recente riattivato l’iter per realizzare nuove residenze, su una parte dell’area stessa.

Nuova farmacia a San Martino: speriamo sia la volta buona!

E’ stato di recente pubblicato l’esito del quinto interpello regionale per l’assegnazione delle sedi farmaceutiche, tra cui anche la quinta farmacia di Bareggio che, in base alle previsioni comunali attuali, dovrebbe essere insediata nella zona a nord della ex Statale n. 11, compresa tra le vie Monte Nero e Ortigara e il quartiere Brughiera.

Dopo il diniego dell’autunno 2017 della Giunta Lonati alla richiesta della precedente assegnataria della quinta farmacia bareggese, di spostare il confine da via Monte Ortigara a via Monviso – per 180 metri, via Monviso rientra nella zona della quarta sede farmaceutica, quella comunale – così da includere la zona in cui esistono idonei locali commerciali per aprire la farmacia nessuno aveva finora accettato l’assegnazione della sede bareggese.

Entro 6 mesi dall’accettazione dell’assegnazione – prorogabili di altri 6 mesi a determinate condizioni – l’assegnatario deve aprire la sede della farmacia, altrimenti la sede viene rimessa a bando dalla Regione.

Cosa riserva il 2019 ai bareggesi?

«Con il nuovo anno si concretizzeranno le decisioni assunte tra novembre e dicembre dalla maggioranza del Consiglio comunale – commenta il Consigliere comunale della Lista Civica Bareggio 2013, Monica Gibillini – volendo guardare “il bicchiere mezzo pieno” sono da considerare positivi:

  • gli interventi programmati per la riasfaltatura di via Manzoni e gli espropri per su via S. Stefano, ancorché insufficienti considerate le importanti risorse liberate dalla Corte Costituzionale (oltre 2 milioni di euro), dopo 15 anni di vincoli statali, e la scarsa manutenzione di tante strade del paese. Peccato per la bocciatura da parte della maggioranza (Lega e Forza Italia) della proposta che ho presentato per asfaltare via Monteverdi. Non si trovi la scusa che in inverno non si asfalta, bastava impegnare la spesa nel 2018 e intervenire in primavera, così come già fatto per altri interventi;
  • la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali per 39.000€ e il rifacimento della segnaletica, soprattutto orizzontale davvero carente su strade e parcheggi;
  • la sostituzione e manutenzione dei giochi nei parchi e nelle scuole, che come lista civica abbiamo sollecitato fin dall’estate scorsa.

Tutte da scoprire altre scelte della Giunta Colombo, come:

Nuove farmacie in paese: il comune deve decidere!

A Bareggio, in base alle normative regionali, dovrebbero esserci 5 farmacie ma quelle attualmente aperte sono solo 3: mancano all’appello una quarta farmacia comunale, per la quale la Giunta Restelli ha esercitato la prelazione nel 2007 ed una farmacia privata.

La farmacia comunale dovrebbe essere collocata a nord della ex Statale 11 compresa nella zona tra via Monte Nero, Ortigara a nord, a ovest fino al confine comunale e a est fino alla via Montegrappa e San Sebastiano (zona 4).

L’ultimo tentativo concreto per realizzare la farmacia comunale è del 2011 durante la Legislatura Gibillini, quando venne individuato il poliambulatorio di S. Martino come sede per la farmacia – unica proprietà comunale nella zona e avendo il Comune il divieto di aumentare le spese per gli affitti – ma poi ci fu un ripensamento del Consiglio Comunale.

Da allora più nulla si è saputo.

A settembre 2017 la Giunta Lonati ha respinto la richiesta dell’assegnataria della quinta farmacia di spostare il perimetro della zona in cui collocarla da via Montenero a via Redipuglia impedendo l’apertura della farmacia che nel frattempo è decaduta dall’assegnazione.