Distretto del Commercio: Giunta fuori tempo massimo?

Il 15 ottobre è scaduto il termine per il Comune di Bareggio per rispondere alla comunicazione della Regione, del 22 luglio scorso, sul Distretto del Commercio di Bareggio, Corbetta e Cisliano, di cui Bareggio è capofila. Si tratta di un partenariato tra Comuni e Associazione commercianti di Abbiategrasso e circondario, attivato nel 2009 ,che consente di partecipare ai bandi ... LEGGI >>

Entrate comunali: bene l’attenzione sulla Tassa Rifiuti ma ci sono anche altri crediti da recuperare.

Il recente avviso dell\'Amministrazione Comunale sulle ingiunzioni di pagamento per gli avvisi di accertamento sulla Tariffa di Igiene Urbana (TIA) degli anni tra il 2010 e il 2012, indica l’attenzione per cercare di recuperare i pagamenti della tassa rifiuti ... LEGGI >>

Illuminazione parco 4 elle: uno spiraglio di luce!

Il Vicesindaco ha risposto all’interrogazione che ho presentato lo scorso 29 luglio – commenta il Consigliere comunale della Lista Civica Bareggio 2013, Monica Gibillini – per far luce sullo stato dell’illuminazione del Parco 4 Elle.. LEGGI >>

Parco 4 elle al buio da settimane. Sicurezza: per ora slogan e ancora pochi fatti.

La sicurezza è uno dei punti centrali del programma amministrativo della Giunta Colombo e nonostante la maggioranza abbia assunto diverse decisioni a riguardo le stesse faticano a trovare realizzazione: amministrare è più complesso che comunicare ... LEGGI >>

Pista ciclabile via De Gasperi: il consiglio non approva la mozione!

La mozione della Lista Civica Bareggio 2013 per valutare la partecipazione al bando regionale sulla sicurezza stradale 2019 candidando il progetto della pista ciclabile di viale De Gasperi (tra via Dolomiti e via Monte Nero), già agli atti del Comune, ha registrato il voto contrario dei consiglieri di maggioranza (Lega e Forza Italia) che sostengono il Sindaco Colombo ... LEGGI >>

 

Distretto del Commercio: Giunta fuori tempo massimo?

“Il 15 ottobre è scaduto il termine per il Comune di Bareggio per rispondere alla comunicazione della Regione, del 22 luglio scorso, sul Distretto del Commercio di Bareggio, Corbetta e Cisliano, di cui Bareggio è capofila. Si tratta di un partenariato tra Comuni e Associazione commercianti di Abbiategrasso e circondario, attivato nel 2009 ,che consente di partecipare ai bandi per finanziare le attività commerciali di vicinato.

Nel 2009, come Sindaco avevo promosso l’adesione di Bareggio – nel ruolo di capofila – al bando regionale che aveva poi permesso a 18 commercianti bareggesi di ricevere oltre 70.000 € di contributi per migliorare i propri negozi.
La Regione vuole conoscere lo stato dei Distretti del Commercio per rilanciarli tramite azioni specifiche, incluse apposite misure di finanziamento. I Distretti che non avranno risposto entro la scadenza non potranno essere inseriti nell’elenco dei Distretti del Commercio della Regione e non potranno pertanto partecipare ad eventuali futuri bandi di finanziamento.

Il Comune di Bareggio, nel suo ruolo di capofila non ha convocato la Cabina di regia del Distretto, perciò nella mattina del 15 ottobre ho presentato un’interrogazione, con richiesta di discussione nel Consiglio comunale del 28 ottobre, per sapere quali decisioni sono state assunte e se c’è stato confronto con i commercianti e le associazioni territoriali di categoria.

Con l’interrogazione voglio evidenziare una scadenza importante forse non adeguatamente considerata.

Entrate comunali: bene l’attenzione della Giunta sulla Tassa Rifiuti ma ci sono anche altri crediti da recuperare.

Il recente avviso dell’Amministrazione Comunale sulle ingiunzioni di pagamento per gli avvisi di accertamento sulla Tariffa di Igiene Urbana (TIA) degli anni tra il 2010 e il 2012, indica l’attenzione per cercare di recuperare i pagamenti della tassa rifiuti non ancora ricevuti, a beneficio della copertura della spesa per la raccolta e smaltimento dei rifiuti, di cui si sarebbe dovuta occupare la Duomo GPA, società incaricata dal Comune fino al 2017.

C’è da augurarsi che la stessa attenzione venga rivolta alla riscossione coattiva delle entrate tributarie ed extratributarie (diverse dalla tassa rifiuti) sempre in carico alla  Duomo GPA, società dichiarata fallita dal Tribunale di Milano il 6 dicembre scorso.

«Dalla risposta a un’interrogazione che ho presentato a settembre 2018 – commenta il Consigliere comunale della Lista Civica Bareggio 2013, Monica Gibillini – risulta infatti che, a ottobre 2018, la Duomo aveva in carico la riscossione coattiva delle citate entrate comunali per oltre 1,8 milioni di euro, di cui 457.000€ risultavano prescritti, mentre 445.000€ oggetto di ingiunzioni.

Tra le entrate oggetto di riscossione coattiva c’è un po’ di tutto: sanzioni, tariffe per servizi comunali nonché somme importanti come, per esempio, 100.000€ che la società titolare della concessione edilizia del Centro Commerciale di Sedriano avrebbe dovuto versare per finanziare la realizzazione della pista ciclopedonale di via Giovanni XXIII. Il Comune per questo credito aveva chiesto alla Duomo di procedere con l’iscrizione ipotecaria nel 2012.

Illuminazione Parco 4 elle: uno spiraglio di luce!

«Il Vicesindaco ha risposto all’interrogazione che ho presentato lo scorso 29 luglio – commenta il Consigliere comunale della Lista Civica Bareggio 2013, Monica Gibillini – per far luce sullo stato dell’illuminazione del Parco 4 Elle.

Alcuni residenti fronte parco hanno, infatti, segnalato il disagio per l’assenza di illuminazione nel parco da fine giugno, quando erano comparsi nel Parco i cartelli con l’indicazione dell’avvio lavori di riqualificazione dell’illuminazione.

Alla domanda su quando inizieranno i lavori di riqualificazione dell’illuminazione pubblica e in quali tempi verranno conclusi, il Vicesindaco afferma che:

  • i lavori sono iniziati il 21 giugno e l’appalto prevede la realizzazione degli interventi in 60 giorni naturali e consecutivi
  • in corso di esecuzione dei lavori la Ditta ha riscontrato e segnalato cedimenti strutturali dei cavidotti interrati, la cui evidenza non poteva essere accertata né verificata prima dell’avvio dei lavori. Tale criticità non consente né di sfilare i cavi esistenti, né di posare quelli nuovi, condizione per la quale l’impresa ha chiesto una sospensione dei lavori in attesa di assumere ogni decisione in merito
  • occorrono interventi aggiuntivi. In particolare: fornitura di nuovi cavidotti e scavi per tubazioni e collettori in sostituzione di porzioni di cavidotti interrati ammalorati per collocare nuovi manufatti funzionali al passaggio dei cavi di alimentazione delle linee elettriche e relativo reinterro
  • Il 26 luglio è stata concessa una sospensione dei lavori che sono ripresi il 19 agosto con termine per la conclusione il 15 settembre.

 Sulla richiesta di poter usare i 6.361€ disponibili, per effetto del minor costo di aggiudicazione dei lavori rispetto allo stanziamento di 45.000€, per migliorare l’illuminazione di altri parchi, il Vicesindaco indica che le risorse possono essere svincolate solo a fine lavori, a collaudo avvenuto.

Parco 4 elle al buio da settimane! Sicurezza: per ora slogan e ancora pochi fatti.

La sicurezza è uno dei punti centrali del programma amministrativo della Giunta Colombo e nonostante la maggioranza abbia assunto diverse decisioni a riguardo le stesse faticano a trovare realizzazione: amministrare è più complesso che comunicare.

Basti pensare che a fronte dell’acquisto di 40 nuove telecamere avvenuto sul finire dello scorso anno, a fine luglio scorso  il Consiglio comunale ha preso atto che ne sono state installate soltanto 4 (via Lamarmora, Adige, Madonna Assunta e ultimo tratto di via Pertini), per il resto risulta concordato l’inizio dei lavori con l’impresa.

Ma ciò che risulta invece non tollerabile è la situazione del Parco 4 Elle dove a fronte dei 45.000€ stanziati sul finire dello scorso anno per riqualificare l’illuminazione pubblica e l’aggiudicazione con gara dei lavori avvenuta il 15 maggio, con tanto di consegna dei lavori il 21 giugno e termine il 21 agosto 2019, non solo i lavori non risultano realizzati ma il parco è completamente al buio.